venerdì 23 maggio 2014

Attimi di straordinaria incertezza

Ed è tutto un rincorrersi per non trovarsi mai


Le mani che scivolano sulla tastiera, io che provo a riordinare i pensieri, ed il tempo che ancora una volta, mi sfugge.
Un mese passato con la testa china sui libri per ripetere sempre la stessa frase;
Un mese passato alla ricerca dell'avventura;


Un mese passato.
Un mese ed un passato.
Un mese ed un passo.
Avanti?


Trascorrere le notti in bianco, a rigirarsi fra le lenzuola che profumano di fresco, e chiedersi: perchè deve essere tutto sempre così complicato?
Quando basterebbe sciogliere i pensieri in un bicchiere di vino o ballare senza mai staccare le mani dalle sue;
Quando basterebbe prendere la vita con la leggerezza di un piuma, fare colazione con la Nutella e vivere come se avessimo un giorno soltanto;
Quando basterebbe uno zaino ed il mondo negli occhi e nelle mani.
Quando basterebbe semplicemente essere felice ...


Cuore, anima e forza.
Cuore e anima.
Cuore e forza.
Scavare nella mente delle persone e sporcarsi le mani toccando i pensieri più profondi.


Crederci ancora e ancora, fino a sentire dolore.
Riprovarci, rinunciare ed avere il coraggio per farlo ...


Lasciarsi trascinare, prendere per mano e scappare in sella ad una moto; 
Lasciarsi coinvolgere e fare l'amore con la testa, il cuore, le parole e gli occhi lucidi ...
Lasciarsi emozionare dalle piccole cose.
Lasciarsi e prendersi allo stesso tempo.
Prendere e lasciare
Prendere o lasciare? 


Che cosa siamo disposti a perdere per tornare ad essere felici veramente? Ma soprattutto perchè dobbiamo sempre perdere qualcosa?
Domande che girano nella testa, che si nascondono dietro a risposte troppo scontate ed io, che sono stufa anche delle cose banali.


Io che voglio mettermi in gioco, ma senza rimanere delusa.
Io che voglio guardarti, ma non farmi vedere.
Io che voglio esserci, ma non come fai tu. 
Molto. Molto di più.
Io che voglio una tavola ben apparecchiata e gli amici migliori attorno a me.


Io, che non voglio accontentarmi perchè non-è-giusto.
Io, che sono qui, e voglio essere felice senza dover perdere nulla.